Intervista a Claudio Da Pieve e figli, titolari.

Come azienda agricola abbiamo iniziato nell’83, ho fatto il perito agrario e ho un po’ seguito le orme di famiglia. Abbiamo iniziato con la strada del tabacco, eravamo uno dei più grandi produttori fino a una decina di anni fa, poi hanno smesso di dare i contributi e quindi ci siamo buttati sugli ortaggi. Quello che produciamo in parte lo vendiamo qui, in parte riforniamo colleghi all’interno del circuito di Campagna Amica di cui facciamo parte. Inizialmente invece ci appoggiavamo ad un grossista, che ha chiuso e quindi abbiamo deciso di aprire qui.

AADaPieve

Mission e tipo di agricoltura

Abbiamo un quindici ettari di terreno, di cui cinque/sei di ortaggi e il resto seminativi. Abbiamo solo una serra, il resto è tutto in campo aperto, e i terreni si trovano a sud e a nord della statale. Spaziamo tra tutti i prodotti di stagione, in primavera facciamo asparagi, fragole, cappucci; adesso andiamo avanti con le zucchine, pomodori, cetrioli. I cetrioli li ho in serra, utilizzo un sistema nuovo, in idroponica praticamente. Il terreno della serra era “malato” a causa di parassiti delle radici, l’unica soluzione è coltivare in dei sacchi di fibre di cocco e perlite dove metti le piantine e gli dai nutrimenti, come fanno in Israele, in Sicilia, etc. Ho provato questo sistema e sta funzionando.

Poi adesso abbiamo deciso di provare con la canapa, l’abbiamo appena seminata. Abbiamo partecipato a diversi convegni, siamo andati anche a Bologna; abbiamo acquistato diversi prodotti e li stiamo testando, olio, pasta, biscotti, farine, adesso ci fanno anche la birra. C’è un birrificio a Udine ad esempio, e un pastificio a Verona che sono interessati a questo tipo di cose. Stiamo cercando di capire se ci può essere un mercato, anche se qui in Friuli siamo ancora un po’ indietro rispetto al resto d’Italia. Soprattutto al sud lo stanno incentivando.

Rapporto con i cittadini e le altre realtà del territorio

Cerchiamo di farci pubblicità, su CittàNostra ma anche su Facebook, ma comunque le persone che vengono qui già ci conoscevano.

Vision rispetto al futuro e alla città

Le superfici si stanno riducendo, non c’è più redditività soprattutto nei seminativi, ormai mais e soia rendono molto poco. Per quanto riguarda l’orticoltura è incerto, va a periodi e dipende dalla coltura, ti scontri con aziende che hanno centinaia e centinaia di ettari, devi cercare di fare un prodotto particolare oppure è difficile. Per la canapa qui in Italia dobbiamo importare tutto dalla Francia, mancano i macchinari per poterlo fare. Qui è tutto da fare, quindi speriamo di capire se c’è una buona risposta sulla produzione e anche redditività.

 

Indirizzo e contatti dell’Azienda:

Indirizzo: via Sant’Angelo 3, Porcia

Telefono: 333 6071076 / 340 5457688

E-mail: robertodapieve@gmail.com

Orari di ricevimento: lunedì-sabato 8.00-12.00, 14.00-18.00