Intervista a Luca Pecoraro, Presidente

foto_podere_marti

Podere al Popolo è un’associazione finalizzata a diffondere, sviluppare e promuovere la sostenibilità ambientale, la solidarietà fra le persone e la responsabilità comunitaria, la creazione di coltivazioni eco-sostenibili, l’accesso alla terra per comunità urbane
e la diffusione di gruppi di acquisto solidale e azioni di finanza etica.
Nello specifico l’associazione gestisce degli orti e dà la possibilità, a chi è interessato, di poter coltivare prodotti per il proprio consumo. Le nostre attività sono iniziate circa 3 anni fa, dall’idea di un amico. Ci troviamo a Cordenons, in via Bassa del Cuc, perché lì abbiamo avuto la possibilità di poter prendere questi terreni, in maniera gratuita.

Mission e tipo di agricoltura
La nostra mission è quella di cercare di dare alle persone la possibilità di avvicinarsi alla natura. Non tutti hanno la possibilità di fare l’orto, oppure alcuni hanno del tempo libero e non riescono a gestirselo bene non avendo molto da fare; con questi orti siamo riusciti a portare qui una cinquantina di persone, che si occupano di tutto, della semina, della raccolta, innaffiano, e in queste attività si rapportano con la natura. Diamo importanza anche ai bambini, abbiamo delle aiuole a loro dedicate dove possono piantare dei fiori, divertirsi, e sviluppare questo contatto.
Per quanto riguarda il tipo di coltivazioni si tratta di agricoltura tradizionale, che non usa praticamente nessun tipo di concime o di pesticidi, perché cerchiamo di avere il più possibile dei prodotti naturali.

Rapporto con i cittadini e con le altre realtà del territorio
Con i cittadini della zona c’è un buon rapporto, ma vorremmo favorire più scambi, avere la possibilità di far capire l’importanza del lavoro, anche collettivo. Per questo ci siamo attivati non solo dal punto di vista della semina e della cura degli orti, ma anche dando un’impronta culturale. Abbiamo organizzato alcune manifestazioni dove abbiamo presentato dei libri, abbiamo parlato della conservabilità degli alimenti, di come leggere le etichette, cercando di coinvolgere più persone possibili.
I nostri canali di comunicazione sono chiaramente le mail, Facebook, ma anche il passaparola molte volte è importante. Sovente succede che siamo presenti durante le feste di paese, quindi anche qui a Cordenons ad esempio durante la Festa della Zucca. Cerchiamo sempre di fare volantinaggio e dare qualcosa.
Per quanto riguarda le altre realtà, ci conosciamo e ci sono degli ottimi rapporti con le altre associazioni. Molti di loro ci forniscono i sementi, c’è questo scambio tra di noi.

Vision rispetto al futuro e alla città
La visione rispetto al futuro della città è quello di promuovere questo tipo di attività e di riavvicinare le persone alla campagna, agli orti; distrarli da cose un po’ più futili magari, cercando di far gruppo e di fare rete tra di noi.