Quella di Borgo Titol è uno speciale tentativo di immigrazione in montagna con Roberto Ferraro, che non è originario della Val Meduna, che ha deciso di acquistare l’insediamento di Borgo Titol, abbandonato da decenni e di reitrodurre pratiche di allevamento.

Roberto ha iniziato una pratica di nuova colonizzazione dei terreni abbandonati proponendosi di allevare pecore, vacche e maiali e riproponendo alcuni prodotti tipici come la pitina e il formai del cit.

Alle attività di produzione Roberto e la moglie hanno affiancato anche l’ospitalità con alcune camere ben arredate, e la ricezione in una piccola sala del piano terra o direttamente all’aperto nel cortile del piccolo insediamento. Le operazioni di pulizia del bosco stanno avanzando lentamente mentre per garantire da subito un quantità di foraggio sufficiente sono stati affittati alcuni prati della taviella.